Image Cross Fader Redux

archivio notizie

 

novità sito cgil Firenze

link utili

novità sito cgil Firenze
novità sito cgil Firenze

organizzazione

chi fa cosa

memoria

coordinamento  donne

categorie e servizi

sedi

come si finanzia la Cgil

Cgil Firenze

Agenda
  

 
  

Cgil Firenze

CORSO di preparazione al Corso di Formazione per Operatore Socio Sanitario

la Funzione Pubblica CGIL di Firenze organizza un corso di preparazione per accedere al "Corso di Formazione per Operatore Socio Sanitario di 1000 ore per 120 posti e il Corso abbreviato di 400 ore per 300 posti" per l'anno scolastico 2016/2017 indetto dalla USL Toscana Centro e Careggi.

Sono aperte le iscrizioni al corso di preparazione per accedere alla prova di ammissione del 21 Febbraio 2017 per il corso da 1000 ore e del 28 Febbraio 2017 per il corso da 400 ore. Il corso è riservato agli iscritti FP CGIL e le iscrizioni sono aperte fino al 3 febbraio.

Dal 23 Gennaio al 1 Febbraio è attivo, su appuntamento, uno sportello di assitenza per la compilazione delle domande di iscrizione.

Il corso sarà tenuto da professionisti del settore e verterà sulle materie trattare durante le selezioni concorsuali.

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI CONTATTA LA FP CGIL FIRENZE
dalle 9 alle 13 e dalle 14,30 alle 17,30
al 0552700531 oppure scrivi a fp@firenze.tosc.cgil.it
 

wikilabour

 

Borgo dei Greci,3 - 50122 Fi
Tel 05527001
Fax 0552700423 segreteria@firenze.tosc.cgil.it
PEC cgil.firenze@pecgil.it

scegli come pagina iniziale         aggiungi ai preferiti       aggiornamento 19/01/2017

 
Rassegna
Stampa

Pensionati, 120mila euro recuperati dall'Inps
Il Maggio, 
Sciopero in vista per la prima
Profughi,
Città Metropolitana trovi soluzioni
Braccialini,
via libera al concordato
Categorie protette,
più facile farsi assumere
Casa,
una valanga di sfratti

Altre notizie
 

Rassegna Stampa Cerca su Cgil Firenze con Google

Il Maggio, 
Sciopero in vista per la prima del Faust

L’assemblea del Maggio ha dato il mandato a tre sindacati
Ilaria Ciuti su la Repubblica 19 Gennaio


Pensionati,
120mila euro recuperati dall'Inps
col ricalcolo delle pensioni
l'attività e l'appello di Spi Cgil Firenze
Comunicato 18 Gennaio
 


Profughi Somali,
“La città metropolitana deve trovare soluzioni politiche”
Intervista alla Segretaria della Cgil Paola Galgani
Ilaria Ciuti su la Repubblica 18 Gennaio


Casa,
una valanga di sfratti
per i canoni non pagati 
Allarme di Sunia e Cgil
«Anche chi ha un normale stipendio di 1.500 euro non può certo pagare mille euro di canone», aggiunge Carla Bonora della CGIL
Ilaria Ciuti su la Repubblica 17 Gennaio


Categorie protette, 
più facile farsi assumere
Ora l’obbligo di collocamento riguarda anche le piccole imprese
di Samuele Bartolini sul Tirreno 17 Gennaio


Per la Braccialini,
la decisione slitta
Concordato preventivo o fallimento
Il verdetto è atteso per i prossimi giorni dopo che il tribunale si è riservato di decidere nell’udienza di ieri
da la Repubblica 12 Gennaio
Braccialini, via libera del Tribunale al concordato
da T24 del 17 Gennaio


Contratti 
la moda in sciopero
chiede l’aumento
Sa. Be. da la Nazione 16 Gennaio
 


Merci,
«Camionisti toscani 14 ore sulla strada»
Il risultato dello studio commissionato dalla Filt CGIL anche su corrieri e magazzinieri: costretti ad assumere sostanze
Lorenzo Sarra dal Corriere Fiorentino 13 Gennaio
Quanta sofferenza dietro ai pacchetti
di Pippo Russo su la Repubblica 15 Gennaio


Empoli,
L’Unione non sblocca il protocollo salva appalti
Progetto della Cgil a tutela delle aziende locali contro il massimo ribasso
Ma l’intesa con i Comuni è in stallo a causa della resistenza di alcuni sindaci
di Marco Pagli dal Tirreno 14 Gennaio


Alstom,
rinnovato l'accordo integrativo
Daniele Collini: “Partivamo da una condizione di azzeramento dei diritti in un'azienda che si era comportata come la Fiat”
Referendum tra i 191 lavoratori , i si il 95.86%
Comunicato 13 Gennaio


Pineider,
passa al gruppo Rovagnati
Chiara Liberati (Filcams Cgil Firenze): "Bene, ora monitoreremo la nuova avventura"
Comunicato 13 Gennaio


Pronto soccorso,
ormai al collasso
Mancata attivazione ambulatori di continuità, mancato avvio medicina d'iniziativa, mancato filtro da parte del 118, inesistente organizzazione gestione posti letto interna a presidio ospedaliero e poco personale le concause del disservizio
Comunicato 4 Gennaio
Continua l'emergenza negli ospedali
Le soluzioni ancora lontane ...nonostante le dichiarazioni

Comunicato 11 Gennaio
I rinforzi a tempo nei pronto soccorso
dal Corriere Fiorentino 13 Gennaio


Ginori,
Il museo di Doccia va all’asta
 «Il tesoro Ginori deve restare qui»
La vendita è fissata per Febbraio. L'impegno del sindaco Falchi
di Sandra Nistri su la Nazione 11 Gennaio
L'asta nasce off limits
"Il futuro è legato alla manifattura"
Sandra Nistri da la Nazione 13 Gennaio


Firenze,
chiarezza sul futuro
dei servizi educativi scolastici
Comunicato 12 Gennaio


Malo, 
si riaccende la speranza per i sessanta lavoratori
La Regione ha convocato l'Azienda e ha ottenuto garanzie per il futuro
da la Repubblica 12 Gennaio


Galleria Palatina,
il nuovo granduca ed il cuoco
Pagando si può fare tutto in un Museo?
Comunicato 11 Gennaio


Camera del lavoro,
la Madonnina restaurata dall'Opificio Pietre Dure
La Cgil: 'Investire in cultura'
Alessandro Rapezzi (Cgil): “Preservare il patrimonio artistico attraverso la tradizione di formazione al restauro. Firenze non è solo turismo, si rilanci questa attività professionale specialistica”
Comunicato 10 Gennaio


Commercio,
Epifania in sciopero
per evitare che con le feste si porti via anche i diritti di lavoratrici e lavoratori
Comunicato 5 Gennaio


Profughi,
la Toscana ne ospita 2 mila in più
Enrico Rossi al governo: «Facciamoli lavorare»
dal Corriere Fiorentino 5 Gennaio


Voucher,
da abolire
Le idee della Cgil
Intervento di Barbara Orlandi della Segreteria della Cgil Fiorentina
Comunicato 4 Gennaio


Iab,
"No alla cancellazione della 14esima ai nuovi assunti"
3 licenziati e delegati in cig. Rabbia Fiom
Andrea Vignozzi (Fiom Cgil Firenze): “Inaccettabile, atteggiamento discriminatorio”
Comunicato 2 Gennaio


Empoli,
Caos Pronto Soccorso
«Pazienti sulle barelle anche 48 ore»
L'ira dei Sindacati: "Siamo sull'orlo del collasso"
da la Nazione 30 Dicembre
L'Asl tenta di contenere i danni
"Pronti ad assumere se necessario"
da la Nazione 31 Dicembre


Cooperativa San Lorenzo,
in crisi
Sette dipendenti appesi ad un filo
Incontro a fine gennaio tra azienda e sindacati
Paolo Guidotti da la Nazione 30 Dicembre


Belfiore,
pacco di Natale con licenziamento
la Fiom Cgil Firenze: "Rabbia e stupore"
Comunicato 28 Dicembre
Attivato il tavolo di crisi
di Leionardo Bartoletti su la Nazione 30 Dicembre


Paola Galgani, 
leader della Cgil, lancia messaggi
"Chiarezza Tav, il tempo è scaduto
Segnali di svolta dalle grandi Griffe"
di Stefano Vetusti su la Nazione 28 Dicembre


Cgil Empoli,
2016 a due facce
“Segnali di crisi presenti. Numericamente abbiamo tenuto”
Il bilancio del 2016 fatto dalla Cgil: si parla di lavoro e di appalti, ma non solo
Comunicato 27 Dicembre


CementirSacci, 
"Babbo Natale ci porterà lettere di licenziamento"
lettera aperta Rsu
Comunicato 23 Dicembre
Arrivate 15 lettere di licenziamento, Cgil-Cisl-Uil di categoria danno battaglia
Comunicato 27 Dicembre


Lavoro, 
lo sprint è finito
Frenano le assunzioni
In Toscana 10 milioni di voucher
di Samuele Bartolini sul Tirreno 22 Dicembre


Sims,
Regione incontrerà azienda a gennaio
All'incontro odierno era stata invitata anche l'azienda che però non si è presentata giustificando come causa dell'assenza una difficoltà nei rapporti con i sindacati.
Comunicato 22 Dicembre


Commercio,
sciopero per le festività
I sindacati toscani: "C'è chi tiene aperto a Natale"
Comunicato 21 Dicembre


Fucecchio,
commesse non pagate per mesi 
scatta la vertenza con il sindacato
Sono cinque ragazze che lavoravano in un negozio di abbigliamento in franchising del centro
Donatella Galgani della Cgil: «Con il licenziamento almeno hanno avuto diritto agli ammortizzatori sociali»
Nilo Di Modica dal Tirreno 21 Dicembre


Trasporto su gomma, 
nuove criticità
Sindacati scettici su servizi e lavoro
«Appalto poco remunerativo se Sita e Cap si fanno da parte»
Paolo Guidotti da la Nazione 20 Dicembre


Asili Nido Comunali,
assumere si può e si deve
Presidio in Piazza della Signoria
in concomitanza col Consiglio Comunale
Comunicato 16 Dicembre
La Rsu in piazza poi incontro con gli assessori Giachi e Gianassi
di Elettra Gullé su la Nazione 20 Dicembre

I voucher vanno aboliti?
Sì, e sono favorevole alla loro riscrittura di forme contrattuali che rispondano a quella tipologia ma che non abbiano il carattere del voucher, che ormai è l’immagine stessa del lavoro precario o nero occultato. Con un processo che metta insieme governo, sindacati e imprese. Ma partiamo da un fatto: se non c’era il referendum della Cgil nessuno avrebbe corretto i voucher. È già una prima vittoria. Il lavoro è un tema fondativo, e anche il welfare. Sergio Cofferati


SUSANNA CAMUSSO: ECCO COSA BISOGNA FARE SUI VOUCHER
“Noi abbiamo chiesto di abrogare i voucher, uno strumento malato e irriformabile. Si parla di bizzarre ipotesi di riforma, attribuite al ministero del Lavoro: collegare i voucher "consentiti" a un'azienda al numero dei dipendenti è la dimostrazione che con i voucher non si vuole regolare il lavoro occasionale, ma solo mettere a disposizione una nuova forma di flessibilità che fa dumping contro il lavoro regolare”.
La Cgil – come è ovvio – non nega l’esistenza del lavoro occasionale che esiste e soprattutto la necessità di riformarlo. Abbiamo presentato nella Carta dei diritti una proposta in merito. I voucher non sono usati nel lavoro occasionale, dove servirebbero, ma dove non dovrebbero essere usati: nel lavoro stagionale nel turismo, in agricoltura quando c'è il raccolto, nei cantieri edili, sulle catene di montaggio, per sostituire lavoratori in sciopero. Si continua a dire cosa avrebbero dovuto essere i voucher; si ammetta invece che sono un mezzo per fare dumping al lavoro regolare e a quello flessibile "normale". E a volte, come nel turismo, sono usati anche per coprire e nascondere il lavoro nero”.


FINO ALL'ULTIMO.....
Il 29 dicembre 2016 ci ha lasciato Aldo Mantellassi. Fino all'ultimo si è impegnato nel sindacato, in particolare in quello dei pensionati.
E' stato un “artigiano” sindacalista, ha imparato il mestiere con l'esperienza, applicandosi nello studio delle norme sul diritto del lavoro, sulla tutela e l'assistenza dei lavoratori.
Il suo impegno è stato costante, individuale, per cercare a ogni problema, la soluzione nell'interesse del lavoratore.
Nel 1971 fu trasferito dalla Camera del Lavoro di Pontassieve a quella di Borgo San Lorenzo. Allora i funzionari sindacali si occupavano di tutto, dalla vertenza collettiva a quella individuale, dall'assistenza alla tutela di ogni lavoratore, a qualsiasi categoria appartenesse. Nella seconda metà degli anni '70 divenne responsabile del Patronato Inca. Il giorno di mercato a Borgo San Lorenzo in Camera del Lavoro c'era una coda di persone che arrivava fino alle scale: tutti cercavano il Mantellassi. Negli anni '90 fu trasferito al Patronato della Camera del Lavoro di Firenze. Negli  ultimi anni è stato nello Spi CGIL di Firenze e infine nella Lega di Rufina dello stesso sindacato. Lascia un vuoto di competenze, di professionalità e di tanta umanità che sarà difficile riempire; gli siamo grati per aver insegnato il “mestiere” a tanti di noi che abbiamo lavorato insieme a lui. Le compagne e i compagni di ieri, di oggi e anche di domani, della Camera del Lavoro del Mugello


REFERENDUM PER RENDERE LIBERO IL LAVORO. SI PARTE
Due Sì per cambiare l’Italia. La campagna referendaria della Cgil parte da oggi. “E noi chiederemo tutti i giorni al governo di fissare la data in cui si voterà per referendum su voucher e appalti”. Lo ha annunciato ieri pomeriggio il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso nel corso di una conferenza stampa promossa dalla Confederazione pochi minuti dopo la decisione della Consulta che ha ritenuto ammissibili i quesiti referendari sulla cancellazione dei voucher e sulla reintroduzione della piena responsabilità solidale in tema di appalti e respinto invece il quesito relativo all’articolo 18.
Per la Cgil si tratta di una prima grande vittoria politica perché sui voucher e sugli appalti si avvierà appunto da oggi una grande campagna elettorale che dovrà portare al voto 26 milioni di italiani, mentre sulla questione dei licenziamenti arbitrari la battaglia si sposterà alla Corte europea e in Parlamento.


Tessile, sciopero e manifestazione venerdì 13 Gennaio a Firenze
MANIFESTAZIONE nazionale dei sindacati a Firenze, in concomitanza con il salone di Pitti Uomo, venerdì per lo sciopero generale di 8 ore indetto per tutto il settore tessile-abbigliamento (420.000 gli addetti in oltre 47.000 imprese) e calzature (80.000 addetti in più di 5.800 imprese) per il rinnovo dei contratti nazionali di lavoro 2016-2019, scaduti entrambi ormai da oltre dieci mesi. Al comizio che si terrà nel capoluogo toscano, spiegano i sindacati, parteciperanno i segretari generali di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil, Emilio Miceli, Angelo Colombini, Paolo Pirani. Punto di concentramento in piazza Cavalleggeri, dove si trova la Biblioteca nazionale. Poi proseguiranno in Corso Tintori, via dei Neri, via dei Leoni, piazza San Firenze, via della Condotta, via Porta Rossa, via Pellicceria, piazza della Repubblica, via Brunelleschi, via dei Pecori, via dei Vecchietti, piazza Santa Maria Maggiore, via Cerretani, via Panzani, per concludere in piazza dell’Unità Italiana alle 13,30.«Dopo mesi di trattative — accusano i sindacati — Confindustria conferma la sua proposta di un modello salariale in cui eventuali aumenti retributivi verrebbero misurati ex post alla durata triennale del contratto: inaccettabile».


“CARO STAINO”. 
Tutto il gruppo dirigente della Cgil, ha risposto al direttore dell’Unità, Sergio Staino che in un editoriale del 7 gennaio ha criticato aspramente le scelte del segretario generale Susanna Camusso a proposito di lavoro, referendum e battaglie per i diritti. “Purtroppo, dal tuo articolo dobbiamo desumere che ancora non è sconfitta quella tendenza alla esasperata personalizzazione del dibattito politico e sociale che a noi pare uno dei mali più profondi dell’oggi. Il tuo intervento ci colpisce e non ci piace anzitutto per questo: il violento, crudo (con toni francamente inaccettabili) attacco alla persona che porta la responsabilità di essere il segretario generale della Cgil, ma che proprio per questo è stata ed è sempre portatrice e interprete delle decisioni dell’insieme del gruppo dirigente, mai personali”.  Anche tanti di noi hanno conosciuto e lavorato con dirigenti quali Luciano Lama e Bruno Trentin e da loro abbiamo tutti imparato una cosa fondamentale: un grande sindacato generale e confederale deve sempre stare al merito delle questioni che affronta, altrimenti viene meno al compito di rappresentare lavoratori e pensionati, indicando sempre una direzione, una proposta.
Questo è ciò che tu eludi nel tuo intervento, fingendo che il merito delle cose possa essere rimosso o dimenticato.
ABBIAMO SEMPRE CERCATO IL NEGOZIATO E L’ACCORDO. La Cgil, insieme a Cisl e Uil, ha sempre ricercato la via del negoziato e dell’accordo; lo ha fatto anche quando il Governo negava ruolo e funzione dei corpi intermedi e quando il merito lo ha consentito ha sottoscritto accordi importanti. Dimentichi, ad esempio, il recentissimo accordo quadro per il rinnovo dei contratti pubblici, il verbale di sintesi in tema di previdenza. Dimentichi anche l’accordo su rappresentanza e rappresentatività che abbiamo sottoscritto unitariamente con ormai tutte le più importanti Associazioni datoriali o quello sulle relazioni sindacali. Accordi che sino ad ora non hanno trovato la giusta attenzione da parte del Governo e del Parlamento.
CI OPPONIAMO ALLE POLITICHE CHE RIDUCONO I DIRITTI. Su un punto fondamentale la Cgil – in parte unitariamente, in parte no – dissente, non da oggi, con i Governi che negli ultimi quindici anni si sono succeduti alla guida del Paese: le politiche sul lavoro, l’assenza di una strategia per l’occupazione, la pervicace azione contro i diritti individuali e collettivi. Si, caro Staino, su questo non Susanna Camusso, ma tutta la CGIL si è opposta e continuerà ad opporsi. Anziché scandalizzarsi di tutto ciò, forse anche tu dovresti chiederti se l’evidente fallimento delle politiche del rigore e dell’austerità, la sconfitta della teoria che precarizzando il lavoro e riducendo i diritti si sarebbe creata più occupazione, non richiederebbero ad una maggioranza di Governo, che si definisce riformista, un deciso cambio di verso.
LA LEZIONE DI DI LAMA, TRENTIN E DI VITTORIO. È proprio perché abbiamo imparato la lezione di Di Vittorio, Lama, Trentin e dei tanti altri prestigiosi dirigenti della Cgil, che oltre alla protesta, alla mobilitazione, agli scioperi, abbiamo curato e cercato di dare forza alla proposta. Sei uomo troppo attento – scrivono i dirigenti Cgil a Staino - per non sapere che la Cgil ha predisposto già tre anni fa un “Piano del lavoro” che indica come si può cambiare verso sul lavoro, rilanciando l’occupazione, anzitutto giovanile. Così come certamente sai, che in Parlamento c’è una nostra proposta di legge “Carta dei diritti universali del lavoro” sulla quale abbiamo raccolto oltre un milione e duecentomila firme, accompagnandola e supportandola con tre quesiti referendari. 

L'articolo di Sergio Staino sull'Unità

TelefonaServizio DonnachiamaDonna

 
SisIl sistema dei servizi
Le système des services
The service structure
El sistema de los servicios

dal 5/5/2001

statistiche del sito

webmaster M Mellini

Borgo dei Greci,3 - 50122 Fi - Tel 05527001 - Fax 0552700423 - segreteria@firenze.tosc.cgil.it